Lo stabilimento di Verona riprende la produzione al 100%

Il Gruppo Fedrigoni rende noto che gli impianti dello stabilimento di Verona, interessati da un incendio il 2 luglio, hanno interamente ripreso le attività di produzione delle bobine di carta.

macchinacontinua

In particolare la prima delle due macchine è rientrata in funzione lo scorso 7 settembre mentre la seconda è ripartita il 21 settembre, in anticipo sui tempi previsti, così come l’avviamento dell’impianto robotizzato per la movimentazione delle materie prime, di nuova implementazione.

I lavori di ripristino delle strutture dello stabilimento sono stati anch’essi completati.

facciata

A livello di Gruppo, nel corso dei mesi estivi la produzione non è mai stata interrotta e si è lavorato anche nei giorni festivi per far fronte a tutti gli ordini, grazie all’impegno e alla dedizione di tutto il personale della Società.
Non è stata utilizzata la cassa integrazione. Su 270 dipendenti molti hanno goduto delle ferie durante il periodo estivo, molti hanno lavorato per la ripulitura e rimessa in funzione e, infine, 20 dipendenti sono stati collocati temporaneamente presso gli stabilimenti del Trentino.

Lo stabilimento di Verona invece ha proseguito le lavorazioni di finishing, goffratura, taglio, patinatura, allestimenti, rimesse in funzione già tre giorni dopo l’incendio.

Si ricorda che l’accadimento del 2 luglio scorso è stato risolto con soli danni materiali grazie anche alle rilevanti procedure di sicurezza immediatamente attivate. Il personale, prontamente evacuato nel rispetto dei protocolli antinfortunistici, non ha riportato alcuna conseguenza.