Riconoscimento WWF per le performance ambientali di Fedrigoni

Fedrigoni è l’unico protagonista nel settore delle specialità grafiche in Europa che dal 2013 si sottopone volontariamente alla valutazione del WWF notificando risultati precisi in modo trasparente.

Il 25 novembre 2019, il WWF ha pubblicato il suo 6° Environmental Paper Company Index (EPCI 2019, Indice Ambientale del Settore Cartario), uno strumento volontario avente lo scopo di aumentare la trasparenza e la consapevolezza di come i settori della cellulosa, della carta e degli imballaggi possono ridurre il loro impatto sull’ambiente.

Ogni due anni, il WWF invita circa 100 tra i più importanti produttori mondiali di cellulosa e carta a partecipare all’Indice Ambientale del Settore Cartario (EPCI) e a dimostrare così la loro leadership nella divulgazione di informazioni ambientali.

L’EPCI rivela dati su oltre 50 indicatori forniti volontariamente dalle aziende del settore che consentono la valutazione delle politiche ambientali, degli impegni e delle prestazioni ambientali delle varie aziende che producono carta per quotidiani, carta per la grafica, tessuti, imballaggi e prodotti da cellulosa.

 

L’Indice valuta le prestazioni globali delle aziende in termini di approvvigionamento responsabile di materie prime, produzione pulita, trasparenza dei sistemi di reporting e di gestione ambientale (EMS). Lo scopo è quello di dimostrare i trend nel corso degli anni relativi ai vari indicatori valutati, senza confrontare le prestazioni delle singole società tra di loro.

 

Quest’anno, 28 società hanno accolto l’invito a partecipare all’Indice, mentre 56 non hanno risposto o hanno declinato. Inoltre, quest’anno il WWF ha attuato una valutazione speciale di 3 società che non hanno scelto di partecipare volontariamente, utilizzando dati pubblici disponibili.

 

Le aziende che hanno partecipato nell’EPCI 2019 insieme producono:

  • 16% della CARTA GRAFICA mondiale
  • 13% della CARTA PER QUOTIDIANI mondiale
  • 9% del PACKAGING mondiale
  • 10% della CELLULOSA mondiale
  • 15% del TISSUE mondiale

Potete consultare i risultati EPCI 2019 qui.